entra nel sito viaggi
Trova la tua destinazione
Viaggia con noi !

Chambéry – Francia

Amici viaggiatori, la destinazione per questa nuova gita è la Francia, ci recheremo oltralpe nella regione Alvernia-Rodano-Alpi, nella città di Chambéry ( 270 mt s.l.m. ), capoluogo storico nel dipartimento della Savoia; Una città d’Arte, di Storia e di Shopping.

Cenni storici

L’antico borgo sorse nei pressi di un castello del X secolo, all’inizio dell’XI secolo passò a Goffredo di Chambéry; Successivamente Berlione II fondò la città di Villeneuve de Chambéry, che fu unita alla città vecchia nel 1288 da Amedeo V di Savoia, che successivamente passò ai francesi nel 1536 e nuovamente ai Savoia nel 1559; Nel XVIII secolo la contea di Savoia divenne provincia includendo anche Chambéry.

Con il decreto del 27 novembre 1792, la provincia venne inclusa nel territorio della Repubblica francese, con il nome di Dipartimento del Monte Bianco. Nel corso degli anni divenne un importante centro di sviluppo culturale ed economico, questo contribuì ad instaurare nella cittadinanza un diffuso sentimento filofrancese. In seguito Chambéry tornò a far parte del Regno di Sardegna.
Durante la metà del XIX secolo si crearono episodi di ribellione contro il dominio Piemontese, che culminarono il 27 febbraio 1855 con il rifiuto da parte della Guardia Nazionale di Chambéry di partecipare alla Festa dello Statuto. Il corpo venne sciolto con Regio Decreto il 19 maggio dello stesso anno.
Nel 1860, in base al trattato di Torino, l’intera Savoia fu annessa definitivamente alla Francia.

La città

Chambéry, è la meta turistica ideale per un weekend romantico, rilassante e all’insegna dello shopping, una città moderna legata al suo passato di capitale della Savoia.

Passeggiando nel centro storico, si può notare l’architettura d’ispirazione piemontese, ed è per questo considerato uno dei più belli di Francia; Si possono inoltre ammirare i lunghi viali con numerosi passaggi coperti, i palazzi signorili, le facciate con trompe-l’oeil, i romantici cortili interni, la cattedrale di Saint-François-de-Sales, il Castello antica residenza dei conti e dei duchi di Savoia, le strade pedonali e la celebre fontana degli Elefanti; Questo è il monumento più famoso della città, costruito nel 1838 in memoria delle vittorie in India; Alto 17 metri, con alla base una vasca a pianta ottagonale dove 4 elefanti gettano acqua dalle loro proboscidi, sulla sommità si erge una colonna e una statua con la croce della Savoia.

La visita della città prosegue con l’interessante Museo savoiardo, dove sono esposte collezioni archeologiche ed etnografiche, tra cui numerosi dipinti italiani; Place Saint-Léger un luogo ideale per una sosta nei vari caffè con i tavolini all’aperto; La città propone anche numerosi eventi culturali all’interno dello spazio André Malraux, nel quartiere Curial, e al teatro Charles Dullin.
Nel centro città di Chambéry, ci si può dedicare tranquillamente allo shopping, grazie ai numerosissimi negozi di ogni tipo all’interno delle aree pedonali.

Tra le diverse aree verdi presenti segnaliamo il Parco du Verney, il più vecchio della città, il Clos Savoiroux con il monumento alla vittoria e il Parco Talweg, dove è possibile svolgere attività sportive e passeggiate in bicicletta.

Sport e Turismo

Poco distante dalla città ci sono due parchi naturali regionali, il Parc naturel régional du Massif des Bauges, che si estende fino ad Albertville e Annecy; Il Parc Naturel Régional de Chartreuse che si estende fino Grenoble e Voiron.

Per gli amanti degli sport nautici segnaliamo a pochi Km da Chambéry la presenza di due laghi naturali: Il lago color smeraldo di Aiguebelette, e il grande lago del Bourget.

Il lago del Bourget con una superficie di 44 chilometri quadrati è il più grande lago naturale di origine glaciale di Francia. Circondato da colline e montagne, questa distesa d’acqua offre la possibilità di praticare numerose attività nautiche e sportive; Lungo le rive del lago troviamo numerosi porti turistici e di pescatori, come quelli di Aix-les-Bains e di Bourget-du-Lac.
Dal monte Revard, nel massiccio di Bauges, si può godere di una vista meravigliosa sul lago e sulla città termale d’Aix-les-Bains.

Ogni anno, tra la fine di settembre e l’inizio di ottobre, viene organizzato il festival delle Notti Romantiche del lago del Bourget, il quale rappresenta un grande evento per la musica classica.
Nei dintorni di Chambéry troviamo anche diverse località in cui si producono alcuni formaggi famosi tra i quali; Raclette, Tartiflette, Berthoud, Fondue e altri piatti a base di formaggio fuso.

Come arrivare

Chambéry è raggiungibile in auto tramite il tunnel del Frejus aperto tutto l’anno, oppure attraverso il valico del Moncenisio solamente nel periodo estivo. Da qui si percorre la D1006 o la A43 da Modane. Da Torino a Chambéry ci sono circa 207 Km con il percorso più veloce.

Si può raggiungere Chambéry anche in treno con il TGV, che dista circa 4 ore da Milano e meno di 3 ore da Torino. Oppure in bus da tutta Italia con Flixbus.

Informazioni utili

Sito ufficiale del Tourisme a Chambéry
Sito per il turismo, vacanze e weekend nella Savoia
Acquista il biglietto per visitare i luoghi più belli di Chambéry
Prenota il biglietto del TGV sul sito di OUI SNCF
Acquista il biglietto del bus sul sito di Flixbus

Trovate il vostro Hotel ideale a Chambéry con Booking.com

Licenza Creative Commons