entra nel sito viaggi
Trova la tua destinazione
Viaggia con noi !

Lago del Monceniso

Il Lago del Moncenisio o (Le Lac du Mont-Cenis ) in francese, è situato a ( 1.974 m/slm ) sull’altopiano omonimo, in territorio francese nella valle della Maurienne e non lontano dal confine italiano e con la vicina Val di Susa.

Il valico è aperto solamente nei mesi estivi, solitamente dall’inizio di Maggio fino all’arrivo della prima neve; Il lago è divenuto meta favorita durante il weekend per molti motociclisti, ciclisti e camperisti; La strada statale è molto bella e larga, nella frazione Barcenisio si può notare ancora il casotto della vecchia dogana italiana, proseguendo si raggiunge il confine di stato attuale; come riferimento è il tratto terminale di una vecchia galleria della ( Ferrovia Fell ) che affianca la strada, da qui si giunge in un pianoro dove è anche possibile sostare.

Continuando a salire si giunge allo spiazzo della vecchia dogana francese, da qui ormai manca veramente poco al lago, solo più qualche tornante e finalmente si vedrà apparire la grande diga e il lago; Il punto di ritrovo principale per sostare e fare base alle escursioni è il piazzale di fronte ai ristoranti, da qui si gode di un bellissimo panorama, i riferimenti più significativi sono; la Pyramide du Mont Cenis e il Jardin Alpin du Col du Mont Cenis.

Giunti al Lago si possono fare diverse escursioni, a piedi si raggiungono le ex postazioni militari, forti e bunker; le strade sterrate che costeggiano il lago sono praticabili da quasi tutti i mezzi; attraversando la diga si può visitare quello che resta del Fort de Variselle; proseguendo sullo sterrato si può arrivare fino al rifugio du Petit Mont Cenis, o fino alla Ferme des Coulours. Al ritorno si passa vicino alla antica Chapelle Saint-Barthélémy fino alla statale.

In zona ci sono anche diverse malghe in cui acquistare i prodotti locali molto buoni.

Cenni storici

Già in passato al Colle del Moncenisio ( 2.083 m/slm ) era presente un lago naturale di dimensioni molto inferiori; Questo territorio faceva parte del regno Sabaudo prima dell’annessione del ducato alla Francia nel 1860.
Nel Medioevo il valico era il crocevia più trafficato tra Francia e Italia; Da questo Colle nel 1812 transitò il Papa Pio VII durante il suo viaggio verso Fontainebleau; Il 5 maggio 1859 transitò la 2ª divisione del generale Joseph Vinoy, appartenente al IV Corpo dell’armata francese.

L’opera più notevole per l’epoca fu la realizzazione della prima ferrovia ad alta quota chiamata anche “ferrovia Fell” aperta il 15 giugno 1868 e chiusa il 1º novembre 1871; La ferrovia partiva dalla città di Susa e saliva fino ai 2.000 m del Colle, le fermate erano ( Gran-Croix , Lanslebourg – Mont Cenis, Termignon, Bramans, Modane, St Michel de Maurienne ); Era una ferrovia provvisoria realizzata per agevolare le comunicazioni tra Italia e Francia durante i lavori di costruzione del traforo ferroviario del Frejus. Ancora oggi percorrendo la statale si possono notare alcune delle antiche gallerie della ex ferrovia.

Nel 1921 fu costruita la prima diga di contenimento; Successivamente fu teatro di battaglia nella seconda guerra mondiale, nell’area si possono ancora scorgere i bunker e i forti di difensivi.

I resti sommersi

Per poter vedere cosa nascondono le acque del lago serve attendere il prossimo svuotamento che avviene ogni dieci anni. Nel periodo tra Febbraio e Maggio del 2016 il lago venne svuotato per lavori di manutenzione della diga, dal fondale riemergono i resti delle opere realizzate in passato.

Il Ponte Rosso sul fiume Roncia su cui vi era la vecchia statale che conduceva al colle del Moncenisio, ormai visibili solo alcuni resti.

Dell’antico Ospizio che nel Medioevo fungeva da posto tappa per pellegrini della Via Francigena, e successivamente nei primi anni del 1900 riconvertita a caserma militare ne rimangono solo alcuni gradini in cemento della scala di un edificio e un blocco in calcestruzzo portabandiera.

All’interno dell’attuale bacino, dietro il vecchio ospizio nel 1800 furono piantati dei larici (Mélèzes) dai monaci che lo presiedevano, questi alberi crescendo crearono un boschetto fitto e rigoglioso; ma fu durante il secondo conflitto mondiale che venne falciato per essere utilizzato come combustibile. Ancora oggi si possono rivedere sul fondale i tronchi tranciati di netto ormai fossilizzati con le loro radici.

Il Centro di fuoco n° 19, si tratta di un bunker edificato nel 1935 al termine N-Est del Piano della Vaccheria; Il bunker era armato con tre mitragliatrici che coprivano la zona in corrispondenza del Ponte Rosso dove all’epoca passava la Strada Statale 24.

Nelle vicinanze delle opere militari risalenti all’ultimo conflitto mondiale; Sparsi ovunque sono ancora presenti alcuni resti tra cui: del filo spinato, uno sbarramento (tagliata) anticarro, i ruderi di una piccola costruzione, il ponte dove transitava l’antica strada Reale, un tratto della vecchia strada Statale n° 24 ormai invasa dai detriti, alcuni evidenti segni di bombardamenti.

Come opere civili si scorgono ancora le vecchie dighe di contenimento, le chiuse, che servivano a regolare il flusso diretto nella vecchia diga, il casotto delle saracinesche dal quale gestivano l’afflusso delle acque, il casotto tecnico per la gestione della diga.

Come arrivare

In auto da Torino, tramite l’autostrada A32 con uscita ( Susa ), con le statali SS24 e SS25; In treno con la linea Torino-Bardonecchia scendendo a Susa, da qui si prosegue tramite la SS25 che in Francia diventa D1006; Con i bus di linea Susa – Lanslebourg una volta la settimana. Con Minibus o Taxi.

Da Susa è possibile raggiungere il lago anche a piedi o in bicicletta percorrendo la statale SS25, il percorso alternativo passa da Venaus a Novalesa percorrendo la SP210, salendo verso la località Moncenisio con la SP212, il percorso è un poco più lungo, la strada non molto bella con alcuni punti più stretti, in compenso il panorama è unico.

Informazioni utili

Sito turistico del Lago del Moncenisio
Su Wikipedia Il Lago e il Colle del Moncenisio
La storia della Ferrovia del Moncenisio
Ricordi sommersi – il lago de Moncenisio vuoto
Sito del Rifugio du Petit Mont Cenis
Ferrovie dismesse – la Ferrovia Fell
Video della La ferrovia Fell (1868 – 1871)
Video svuotamento della diga del Moncenisio

Sito trasporto pubblico Altibus.com

Cercate il vostro Hotel ideale al Colle del Moncenisio con Booking.com

Licenza Creative Commons