entra nel sito viaggi
Trova la tua destinazione
Viaggia con noi !

Lago di Malciaussia

Il lago di Malciaussia è un lago artificiale situato a ( 1805 m/slm ) nella frazione di Malciaussia nelle Valli di Lanzo; più precisamente nella Valle di Viù a circa nove chilometri dal comune di Usseglio.

La diga di contenimento del lago è stata realizzata negli anni trenta e fa di esso uno dei più grandi laghi artificiali del Piemonte; La profondità massima è di 24 metri e il suo perimetro misura circa 1,96 km. La lunghezza è di 610 metri e la larghezza di 360 metri.
Il paesaggio è tipicamente alpino, e tra le montagne delle Alpi Graie che svettano ai piedi del lago si possono notare il Monte Lera ( 3.355 m/slm ), il Rocciamelone ( 3538 m/slm ) e il Colle dell’Autaret ( 3077 m/slm )

Nella parte occidentale del lago e percorrendo il sentiero a nord si riesce a vedere la cascata che alimenta il lago. Sempre a ovest si trova l’ex caserma della Guardia alla Frontiera di stanza nell’ultima frazione della Valle di Viù. Al nord del bacino si trova la strada sterrata che costeggia il lago e la località di Pietramorta. A nord-est si trova il Rifugio Vulpot e la fine della strada provinciale 32 che arriva da est rispetto al lago.

Il clima è tipicamente montano, con inverni lunghi ed abbondati nevicate, in un anno in media si raggiungono i 4,5 metri di neve; Le primavere e gli autunni sono piovosi ( mediamente 1200 mm ). In estate le temperature sono miti anche dovute al microclima del lago e alla conca in cui si trova.

Leggende

Quando venne costruita la diga di Malciaussia la vecchia frazione rimase sommersa dalle acque del lago. La leggenda narra che, a volte si sentano ancora i rintocchi della campana della vecchia chiesetta di San Bernardo e che questo venga interpretato come segno di sventura.

Escursionismo

Il lago è il punto di partenza per varie escursioni in alta quota; In particolare per salire al rifugio Ernesto Tazzetti e per raggiungere la vetta del Rocciamelone. Nel periodo invernale e quando la strada è chiusa il lago è raggiungibile esclusivamente a piedi o con le ciaspole quando c’è presenza di neve molle sulla strada. Bisogna fare molta attenzione inoltre alle possibili valanghe in primavera.

Dal lago si possono percorrere diversi sentieri che partono dal  Lago di Malciaussia e conducono in quota, alcuni di questi sono:

 – Margone (tramite sentiero lungo Stura di Viù) (1450 m.s.l.m.), difficoltà T, tempo 2 ore e 30 minuti;
– Margone (tramite decauville) (1450 m.s.l.m.), difficoltà EE, tempo 2 ore;
– Lago Nero (2007 m.s.l.m.), difficoltà E, tempo 35 minuti;
– Colle della Croce di Ferro (2558 m.s.l.m.), difficoltà E, tempo 2 ore e 30 minuti;
– Rifugio Tazzetti (2642 m.s.l.m.), difficoltà E, tempo 2 ore e 30 minuti;
– Laghi dell’Autaret (2970 m.s.l.m.), difficoltà E, tempo 4 ore;
– Punta Sulè (3384 m.s.l.m.), difficoltà EE, tempo 5 ore circa.

Come arrivare 

Il lago è raggiungibile in auto, in moto e in bicicletta tramite la SP32 solamente nel periodo estivo, da inizio giugno a metà ottobre circa; In altri periodi dell’anno la strada è chiusa da una sbarra a Margone per sicurezza, poiché la strada non viene ripulita dalla neve.

Dove dormire

Per trascorrere dei giorni in assoluto relax ai piedi del lago, è possibile soggiornare al Rifugio Escursionistico Vulpot.

Licenza Creative Commons