entra nel sito viaggi
Trova la tua destinazione
Viaggia con noi !

Sicurezza in montagna con Rete Radio Montana

Amici viaggiatori, questa recensione la dedico ad un bellissimo e importantissimo progetto basato sulla sicurezza in montagna. Per chi pratica escursionismo, o qualsiasi altra attività legata strettamente alla montagna, saprà con certezza che l’imprevisto è sempre in agguato e può arrivare quando meno lo si aspetti.

Questo progetto nazionale si chiama Rete Radio Montana, il suo scopo è quello di incrementare la sicurezza delle persone in montagna, tramite comunicazioni radio per mezzo di semplici apparati ricetrasmittenti PMR di libera vendita, creando una rete di comunicazione attraverso l’adozione comune del canale 8-16; Questo canale corrisponde alla frequenza radio di 446.09375 MHz con l’applicazione del tono sub audio (CTCSS) 114.8 Hz. Per apparati PMR-446 programmabili, il CTCSS va impostato sia in TX (trasmissione) che in RX (ricezione).

La funzionalità della stessa Rete Radio Montana, o la sua efficienza, è direttamente proporzionale al numero di apparati sintonizzati contemporaneamente sul CANALE 8-16 in un’area geograficamente ristretta. Tenete anche presente che, in base alla posizione di trasmissione, e specialmente se siete in cima ad una vetta tali comunicazioni potranno arrivare a coprire anche distanze molto lunghe fino a qualche centinaio di Km.

L’utilizzo della radio PMR in caso di emergenza, avverrà nel caso in cui il telefono cellulare sia danneggiato o non avrà un segnale GSM sufficiente da poter trasmettere; Tramite la radio potrete provare a chiedere aiuto ad altri utenti della RRM, che potranno a loro volta allertare telefonicamente per voi il Soccorso Alpino.

Per evitare l’occupazione impropria del canale, non sono consigliate le comunicazioni private o non attinenti all’uso della RRM; Per utilizzi differenti o personali bisognerà sintonizzarsi su un’altra frequenza radio.

Il progetto RRM

Lanciato nel Marzo del 2008 da Simone Lucarini, che inizialmente si chiamava Progetto ” Radio in Montagna “, era nata come l’idea di avere una frequenza radio di libero uso, simile al Canale 16 VHF di Emergenza in mare, ma da utilizzare in montagna; Nell’ottobre del 2009 l’idea iniziava a suscitare interesse anche e in particolare nel territorio appenninico e preappenninico della Campania, e la Rete-Radio Appennino Centrale venne trasformata così in “ Rete Radio Appenninica “.

In seguito la voce sul progetto si diffuse e giunse anche sull’Arco Alpino, fino in Piemonte; Da qui il progetto si diffuse all’intero territorio nazionale, e Il progetto “Radio in Montagna”, dopo circa 2 anni dalla sua nascita si trasformò tra marzo e aprile del 2010 nell’attuale progetto nazionale Rete Radio Montana.

Da Gennaio 2015 iniziarono i conteggi dei dati statistici pubblicati nel sito, tra cui ( ID assegnati, numero di collegamenti radio effettuati e riportati in RERAMONET ).

Utilità di RRM

Avete mai preso in considerazione cosa potrebbe accadere se; Durante un’escursione, un’arrampicata, una discesa fuori pista, o un trekking in solitaria vi capitasse un infortunio senza riuscire poi a rientrare al rifugio o ridiscendere a valle? Oppure a causa di una fitta nebbia improvvisa all’interno di un bosco potreste sbagliare il sentiero e ritrovarvi in una zona impervia; Certamente la cosa più semplice è chiedere aiuto telefonando al rifugio da cui siete partiti, ad amici o parenti, oppure al Soccorso Alpino.

Purtroppo in montagna la copertura di rete cellulare è spesso assente o limitata, specialmente all’interno delle vallate più strette o quando ci si allontana dai centri abitati; In queste situazioni effettuare una chiamata di soccorso al 118/112 tramite un telefono cellulare risulterebbe impossibile. Per questi motivi portare con se una ricetrasmittente sintonizzata su una frequenza radio unica per tutti, permetterebbe un collegamento radio rapido, mettendovi in contatto con altre persone che in caso di bisogno potrebbero aiutarvi.

Anche prima di partire ( assolutamente consigliato ) si può utilizzare stessa frequenza radio unificata per segnalare l’inizio dell’escursione, accertarsi delle condizioni meteo, o per l’interscambio di informazioni che potrebbero tornare utili per prevenire eventuali situazioni di emergenza. E’ cosa gradita anche effettuare un rapido collegamento alla fine dell’escursione per segnalare che non è accaduto nulla ed è andato tutto bene.

Come partecipare

Tramite il sito dedicato, si deve richiedere l’assegnazione di un Identificativo Radio personale, l’Identificativo Radio ( ID ) viene assegnato al singolo individuo ed è strettamente personale e andrà utilizzato nelle comunicazioni radio effettuate sul CANALE 8-16. Il titolare di un ID è considerato un Utente della Rete Radio Montana. Un ID è formato da una sigla, che indica la Regione di residenza, seguita da un numero progressivo.

Diffondere il progetto

Aiutate ad aiutare: Diffondete il Progetto divulgando e condividendo il link sottostante con amici, parenti e colleghi che frequentano la montagna sia a livello amatoriale che professionale ( Guide Alpine, etc. ), ed entrate anche voi a far parte della Rete Radio Montana, richiedendo gratuitamente l’assegnazione di un Identificativo Radio regionale personale.

Informazioni utili

Sito ufficiale di Rete Radio Montana

Mappa RRM

La mappa in esempio mostra gli Utenti e le Organizzazioni di Soccorso della Rete Radio Montana attivi sul territorio italiano, sintonizzati sul CANALE 8-16. Accedete al sito per la situazione in tempo reale.

Licenza Creative Commons